Comunicati

URGENTE: salviamo Momo (zona Firenze)

C’è una grave emergenza. Momo, un giovane bue, ha bisogno di trovare una nuova sistemazione urgentemente, altrimenti la Asl lo sopprimerà.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chi lo ospita attualmente, non ha un posto sicuro dove tenerlo: Momo è già scappato più volte. Polizia e Asl hanno dato dieci giorni di tempo per trovare una sistemazione.

Momo ha un anno e 4 mesi, è castrato, ed è nato nella fattoria accanto a quella dove vive attulamente (nella zona di Firenze). All’inizio ha vissuto libero con la mamma, che purtroppo è morta quando lui
non aveva neanche 3 mesi.

A quel punto il ‘piccolo’ è stato chiuso in una stalletta della fattoria dove ha passato qualche altro mese… finchè non è stato venduto ad un altro pastore e messo all’ingrasso. E’ stato trovato in una stalla piccolissima, legato ad una corda di meno di un metro di lunghezza e accanto ad un manzo molto più grande, costretto a mangiare e dormire tra i suoi escrementi, senza mai vedere la luce del sole. E’ stato così riscattato dai vicini di fattoria. Ora è nel loro  giardino, in una struttura provvisoria, ma non ci sono  spazi e strutture sufficienti per tenerlo.

Serve una sistemazione definitiva in qualche luogo dove possa vivere sereno fino alla fine dei suoi giorni. Ormai è quasi adulto, non è molto grande per essere un maschio e ha un buon carattere anche se è un po’ territoriale all’interno del suo recinto.

Per informazioni: laura@aaeconigli.it

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close