Comunicati

Parte Vegan Attack, il Festival diffuso

Il Vegan Attack 2015 è ai nastri di partenza

 

Mercoledì 28 ottobre cominciano i 5 giorni del Vegan Attack 2015 con circa un centinaio di iniziative in tutta Italia che hanno risposto a questa prima edizione, che comprendono:

– corsi di cucina, apericene, degustazioni

– presidi davanti ai macelli

– mail bombing per far riconoscere lo status di animali “non da allevamento” a quelli che vivono nelle Oasi e nei SantuariVA_LOGO

– sconti su prodotti e servizi vegan

– sostegno delle famiglie di rifugiati in Italia da paesi in guerra con doni di cibo vegan e indumenti altri regali in cibo ai meno abbienti

– laboratori educativi a impronta vegan per bambini

– visite a Santuari, Oasi, Rifugi dove vivono serenamente gli animali salvati da laboratori e mattatoi

– un’importante fiera a Padova: Vegan Days

– incontri con pensatori e filosofi come Luigi Lombardi Vallauri

 

Il Vegan Attack termina il Primo di novembre, Vegan Day dal 1994.

 

Vegan (Compassion) Attack perché dietro tutte le iniziative c’è semplicemente questo: riconoscere e fermare la violenza e lo sfruttamento degli Animali, che sta alla base della nostra società (basta guardare dentro un “normale” carrello delle spesa) e che ha ripercussioni sulla violenza diffusa poi in tutti i campi dell’agire e del sapere, e rendere l’empatia con gli altri esseri viventi il sentimento condiviso principale.

Vegan (Heart) Attack perché si punta proprio al cuore del sistema economico-culturale attualmente vigente: scarsa conoscenza e consapevolezza delle origini del cibo che portiamo alla bocca e in tavola e di ciò che vestiamo e usiamo ogni giorno. Oggi lo si può via via consumare e sostituire, per avere una società più giusta per tutti, a partire dal rispetto della vita di ogni essere vivente e dal sollevamento della condizione degli inermi.
Come parteciparvi e intervenire: si va sul sito www.veganattack.it  dove c’è il programma aggiornato,  si cerca nella località che ci interessa più vicina e che cosa è stato organizzato a livello locale, si curiosa anche nelle vicinanze, si fanno partecipare amici e conoscenti, anche non vegani: viene sempre l’occasione in cui una persona troverà il suo momento per capire, riflettere, scegliere. Se si decide comunque di viaggiare per raggiungere un’iniziativa,  il team di Vegan Attack invita tutti a servirsi di mezzi trasporto amici dell’ambiente, per essere leggeri e rispettosi di tutto ciò che ci circonda.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close