Puntate

5/6/14 – Abolire la carne, fermare la strage

QUI SOTTO IL PODCAST DELLA PUNTATA n. 184 di giovedì 5 giugno 2014
Secondo le  recenti stime ogni anno 64 miliardi di animali cosiddetti da reddito sono uccisi solo per l'alimentazione umana:   
121,766 ogni minuto 2,029 ogni secondo. A questi vanno aggiunti i pesci: mille miliardi all'anno. Cifre impressionanti.
"Chiedere l'abolizione della carne significa mettere in discussione quello che il 99% degli umani considera
 "l'ordine necessario delle cose". Significa rivendicare un cambiamento complessivo tra la specie umana predatrice
 e gli animali non umani. Con questo intento nascono le settimane mondiali per l'abolizione della carne, organizzate 
dall'omonimo movimento in varie parti d'Italia e nel mondo. 
carneTre volte all'anno, attiviste e attivisti di vari paesi si mobilitano per 
chiedere l'abolizione totale della produzione di carne, 
e quindi la chiusura di allevamenti e macelli, 
nonché l'abolizione della caccia e della pesca. 
Il movimento è nato alcuni 
anni fa in Francia con la richiesta chiara non di una mera riduzione 
del consumo ma di un'abolizione totale di questa 
forma di schiavitù:  ha visto maggiori adesioni in Europa, ma ci sono
 state iniziative un po' ovunque: in America Latina,
 in Australia, in Sudafrica, in India, in Giappone.

Non si tratta infatti del primo caso: già tre anni fa si parlava di settimane
 per l'abolizione della carne mentre ancor prima
 erano state organizzate giornate a livello mondiale.
Quest'anno finora sono già stati due gli appuntamenti di questo tipo: a gennaio, 
nella settimana dal 18 al 26 gennaio, 
e in questi giorni dal 24 maggio al 1 giugno.

Tante le manifestazioni che si sono svolte e si svolgeranno nella seconda settimana di quest'anno in tutto il mondo.
Ad anticipare gli aventi in Francia il 10 maggio si è svolto a Parigi  il consueto veggie pride mentre  il 30 maggio sempre
 a Parigi ma anche a Lione è stata inscenata una protesta scenografica dall'associazione L214 con attivisti incellophanati
 a rappresentare enormi confezioni di carne umana
Ancora in  Francia ma più avanti il 7 giugno  a Tolosa e Orleans cortei e presidi per la chiusura di tutti i macelli.
Manifestazioni anche in Germania a Kassel con un corteo il 14 giugno. Stessa data del 14 giugno con il vegan village  a Parigi, 
poi a Toronto, in Canada, dove ci sarà una marcia pacifica per chiedere la chiusura di tutti macelli, a Londra a Picadilly Circus
 e  a New York.
In Italia il 24 maggio c'è stato un presidio a Cremona della Leal e nella stessa giornata una protesta a Grosseto dove il gruppo
 l'Associazione di Idee ha organizzato un presidio pomeridiano per diffondere le immagini e il materiale informativo
 inerente macelli e allevamenti. 
In particolare il dito è puntato contro la costruzione del mattatoio nell'area  industriale del Madonnino, vicino a Braccagni 
al confine con il comune di Grosseto e che significherà la morte per almeno 12mila animali all'anno.
Ancora in Italia, ma ad Ancona il 1 giugno sit in di protesta di Azione Vegana con volantinaggi e attivisti imbrattati di vernice rossa 
a rappresentare il sangue degli animali uccisi.
A Milano ci sarà invece una manifestazione nazionale  il 21 giugno organizzata da Animalisti Onlus e Cani Sciolti per far sentire
 la voce di tutti gli animali anche e soprattutto di quelli condannati in nome di alimentazione, abbigliamento, caccia, circhi, zoo, 
sperimentazione, ed ovunque ancora ci siano sfruttamento, prigionia e morte.


E poi ancora: in Svizzera a Berna il 12 luglio, a Montreal in Quebec il 14 luglio e, infine, in Lussemburgo l'11 settembre 
ad anticipare la terza e ultima settimana mondiale di quest'anno per l'abolizione della carne che sarà dal 20 al 28 settembre.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close