Il pasto gentile, Senza categoria

30/4/21 – Felce e mirtillo (ricetta antifascista)

Tenetevi forte perché la ricetta di oggi è di quelle che vi faranno dire “Ma che sei bischero davvero” se siete fiorentini, altrimenti sostituite a piacere con una esclamazione delle vostre parti.
Ricetta che rende onore all’antifascismo, perciò ho voluto inventare qualcosa di unico e moooolto particolare. Vi anticipo che l’ingrediente principale è il germoglio di felce commestibile, nota anche come Felce penna di pavone, per via della sua forma. Non facile da reperire e da mangiare solamente cotta altrimenti può essere tossica. Se non la trovate potrete sostituirla con degli asparagi meglio se selvatici, che hanno un sapore piuttosto simile.
Permettetemi infine una dedica particolare a mio nonno Renato, Partigiano che mi ha insegnato il valore dell’Antifascismo.


Felce e Mirtillo


Ingredienti per 4 persone


400 g. di Germogli di felce commestibile
100 g. di Mirtilli freschi o in alternativa surgelati
100 g. di scalogno
50 ml di aceto di mele
20 g. di zucchero di canna
20 ml di olio extravergine di oliva
Sale e pepe


Lavate accuratamente i germogli di felce e lasciateli in ammollo in acqua fredda. A parte sbucciate lo scalogno e affettatelo finemente, quindi fatelo scottare in padella con poca acqua o brodo vegetale e quando questa si sarà ritirata fate soffriggere con un cucchiaio di olio extravergine.

Aggiungete i mirtilli e lo zucchero di canna, fate cuocere per un paio di minuti quindi sfumate con l’aceto. Lasciate evaporare, aggiustate di sale e pepe e schiacciate i mirtilli con una forchetta. Quando la salsa inizierà ad addensare, togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.


Nel frattempo scolate i germogli di felce e lessateli in abbondante acqua leggermente salata per 15 minuti. Scolate bene e saltate in padella con un cucchiaio di olio extravergine. Sistemate i germogli ben caldi nei piatti e condite con la salsa al mirtillo.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Lessico dell’Antropocene / rubrica di Francesco Panié

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close