Il pasto gentile

15/5/20 – Zuppa dell’asino

Per restare in tema con la Giornata Mondiale dell’Asino vi propongo una antica e tipica ricetta valdostana. Un dolce di recupero, piatto povero ma corroborante che veniva preparato per il rientro dai campi e che deve il suo nome “Zuppa dell’asino” perché di tanto in tanto veniva offerto anche agli animali dopo una dura prova.



Zuppa dell’asino
Ingredienti per 4 persone

400 gr pane raffermo (possibilmente pane di segale)
200 gr zucchero di canna
1 cucchiaio di olio d’oliva
1 litro vino rosso
Una stecca di cannella
3 chiodi di garofano


Fate bollire il vino con la stecca di cannella e i chiodi di garofano, fate ritirare un po’ quindi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Nel frattempo scaldate l’olio in una padella e fate dorare le fette di pane. Una volta pronto, tagliatelo a quadretti, dividete in 4 tazze e coprite con lo zucchero. Togliete la cannella e i chiodi di garofano dal vino e versatelo inzuppando bene il pane.
Lasciate intiepidire prima di servire.



Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close