Il pasto gentile

15/5/20 – Zuppa dell’asino

Per restare in tema con la Giornata Mondiale dell’Asino vi propongo una antica e tipica ricetta valdostana. Un dolce di recupero, piatto povero ma corroborante che veniva preparato per il rientro dai campi e che deve il suo nome “Zuppa dell’asino” perché di tanto in tanto veniva offerto anche agli animali dopo una dura prova.



Zuppa dell’asino
Ingredienti per 4 persone

400 gr pane raffermo (possibilmente pane di segale)
200 gr zucchero di canna
1 cucchiaio di olio d’oliva
1 litro vino rosso
Una stecca di cannella
3 chiodi di garofano


Fate bollire il vino con la stecca di cannella e i chiodi di garofano, fate ritirare un po’ quindi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Nel frattempo scaldate l’olio in una padella e fate dorare le fette di pane. Una volta pronto, tagliatelo a quadretti, dividete in 4 tazze e coprite con lo zucchero. Togliete la cannella e i chiodi di garofano dal vino e versatelo inzuppando bene il pane.
Lasciate intiepidire prima di servire.



Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri