Il pasto gentile

11/5/19 – Bocconcini di zucchine all’erba gatta

A proposito di gatti, lo sapevate che l’erba gatta non è solamente quella filiforme consumata da molti felini. Esiste un’altra varietà di erba gatta, che cresce spontaneamente, con foglie e aroma che ricordano quelle della menta. Ecco allora la ricetta di questa settimana che vede impiegata le foglie di questa pianta aromatica.

Bocconcini di zucchine all’erba gatta

ingredienti per 4 persone:

4 zucchine

100 gr di ricotta vegetale (soia o mandorle) oppure tofu

1 spicchio di aglio

Erba Gatta

Pangrattato

Olio extravergine di oliva

Sale e pepe

Tagliate le zucchine orizzontalmente, ottenendo dei cilindri di 4 o 5 centimetri di altezza.

———————————-

Con un svuota zucchine (o con un cucchiaino) togliete delicatamente la parte interna che triterete al coltello assieme all’aglio e all’erba gatta. Unite la ricotta vegetale, oppure, se utilizzate il tofu, fatelo bollire per 5 minuti in acqua salata, quindi scolatelo e tritate.

Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un cucchiaio di olio extravergine ed un cucchiaio di pangrattato. Salate leggermente l’interno dei cilindri di zucchina e riempiteli con la farcia ottenuta. Sistemate i bocconcini in una teglia con carta forno, passate un filo di olio e un pizzico di pangrattato sopra ad ogni zucchina.

Fate cuocere in forno a 180° per una ventina di minuti, quindi servite decorando con una fogliolina di erba gatta.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close