Approfondimenti

#salvaiselvatici Lo striscione a Livorno / La Regione scelga interventi non cruenti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua la campagna TOSCANA ROSSO SANGUE: dopo il Ponte Vecchio a Firenze, lo striscione è comparso ieri sera a Livorno davanti al monumento ai 4 Mori . Alcuni attivisti lo hanno esibito per contestare la  legge Remaschi che intende sterminare 250.000 ungulati in tre anni, militarizzando il territorio toscano.

La campagna – sottoscritta da numerosi intellettuali, scrittori, naturalisti – propone un percorso diverso, che sia indipendente dalla logica venatoria. In sintesi: 1) censimento indipendente degli ungulati; 2) verifica di un’eventuale sovrappopolazione; 3) interventi diretti di protezione delle colture(barriere fisiche e olfattive e altre misure simili), con risarcimenti effettivi per i danni comunque riportati; 4) interventi diretti per prevenire incidenti stradali (passaggi protetti, protezioni, avvisi specifici); 5) se necessario, utilizzo di anticoncezionali per limitare i tassi di riproduzione.

L’uccisione di massa degli animali è una pratica odiosa e violenta e anche sostanzialmente inutile: non produce risultati stabili, perché gli animali reagiscono aumentando i tassi di riproduzione e perché il numero di animali presenti in un territorio è legato alla disponibilità di cibo, acqua e rifugi. L’opzione cruenta appartiene al passato delle tecniche di gestione del territorio. Un’altra soluzione è possibile, senza militarizzare il territorio, senza rendere sgradevole  la campagna toscana, senza aumentare i pericoli per le persone connessi alla caccia. Si tratta di compiere una scelta politica diversa.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close