Puntate

6/9/19 – Elefanti e giraffe uccisi dal mercato; l’inutile foga di Jovanotti; la gazza magica

Puntata numero 501 di venerdì 6 settembre 2019:

  • dopo dieci giorni di ricerche, catturato in Sardegna il caimano sparito da un circo: una fuga, la sua, che testimonia una volta di più qual è la natura più profonda degli animali, la ricerca di libertà;

 

  • un nuovo allarme per la catastrofe climatica in corso arriva dalla Jakuzia, nell’estremo oriente russo: il permafrost si sta sciogliendo a ritmi più veloci del previsto. A questo ritmo, nell’arco di un decennio il paesaggio locale ne sarebbe totalmente trasformato;

 

  • a Ginevra si è svolta la diciottesima conferenza Cites, l’accordo internazionale per la tutta delle specie animali e vegetali a rischio: gli ammonimenti che ne sono scaturiti, sono altrettante constatazioni di quanto siano distruttive le leggi del mercato, che stanno portando all’estinzione animali come giraffe, elefanti, squali…;

 

  • Jovanotti, bersagliato dalle critiche per l’impatto ambientale del suo Tour di concerti sulle spiagge,  concepito con finalità vagamente ecologiste (in realtà per trasmettere un semplice messaggio sull’uso della plastica), perde le staffe e si scatena riempiendo di insulti le organizzazioni ambientaliste: forse per il cantante è il momento di fermarsi a riflettere;

 

  • la magia dell’incontro con gli animali: la storia di Ginetta, una piccola gazza.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close