Approfondimenti

In fiamme il rifugio a Kiev di Andrea Cisternino, 75 cani uccisi / COME AIUTARLO

BISOGNA AIUTARE Un incendio doloso ha distrutto il canile allestito a Kiev dall’attivista italiano Andrea Cisternino, uccidendo 75 cani. Cisternino, fotoreporter e autore di pubblicazioni animaliste, è in lotta da tempo contro le stragi di cani randagi attuate in Ucraina ed è diventato per questo un “disturbatore” per le autorità e per i “dog hunters”, i cacciatori di cani che non si fanno scrupoli pur di eliminare i cani dalla strade.

“Rifugio Italia” è stato aperto nel 2014, ora Cisternino dovrà ripartire da zero, ricostruendo ciò che è stato distrutto. Ha bisogno di un sostegno economico concreto ed è già partita una raccolta fondi in suo favore. Qui a fianco le modalità di adesione.

QUI IL VIDEO diffuso da Cisternino.

QUI la nostra recensione di un suo libro.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close