Digiuno a staffetta

8/2/13 – Il mio digiuno. L’egoismo delle persone

Ecco il mio pensiero del mio digiuno.
Oggi è stato il mio turno a digiunare, già il fatto di dire ” turno ” mi suona così male, perché chi è legato veramente alle catene non ha la possibilità di scegliere un giorno di digiuno, lui è lì prigioniero di se stesso fuori al freddo, vento, pioggia, sole senza la possibilità di decidere dove andare e essere amato.

torlaiPer me è stato un po’ dura dato che lavoro in un ristorante. Ho immaginato i cani che molto spesso vengono presi per fare la guardia, magari proprio nei ristoranti e messi lì fuori legati, senza un Amico padrone che lo ami. Sentono tutti i profumi del cibo e non possono fare altro che abbaiare, magari prendendo anche qualche bastonata.

E’ stata un’esperienza che mi ha fatto riflettere sull’egoismo delle persone che pensano : E’ SOLO UN CANE!
Aiutiamo Davide, diamogli la forza per rompere le catene.
Grazie a te che ti stai sacrificando per loro.

Micaela Torlai

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close