Il pasto gentile

22/12/18 – Christmas Mince Pie

Mancano pochi giorni a Natale e puntuale come i contributi dell’Inps ecco la tradizionale ricetta vegan per festeggiare senza crudeltà. Mettete su un pezzo di Bing Crosby, Michael Bublè o una canzone qualsiasi dell’ultimo disco della Raffa nazionale e preparate il

Christmas Mince Pie

Ingredienti per una decina di monoporzioni o una teglia da 22 cm

Per la pasta:

300 gr di farina

200 gr di margarina autoprodotta o burro di soia

1 bel pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero di canna

90 ml di acqua ben fredda

Per il ripieno:

50 gr di prugne o albicocche secche

50 gr di arancia candita

20 gr di mandorle pelate

100 gr di frutti rossi essiccati (mirtilli/ ribes/ more)

100 gr di uvetta

Scorza di limone grattugiata

1 cucchiaino di cannella in polvere

1 cucchiaino di zenzero fresco tritato oppure secco in polvere

1 pizzico di noce moscata

90 gr di zucchero di canna

1 mela

50 gr di margarina autoprodotta o burro di soia

100 ml di Brandy oppure Sherry o Rum 

———————-

Per prima cosa abbiate cura di preparare il ripieno dei dolcetti almeno con due giorni di anticipo, poiché avrà bisogno di un lungo tempo di riposo.

Col coltello macinate le mandorle assieme all’arancio candito e le prugne o albicocche essiccate.

Unite i frutti rossi, l’uvetta e la scorza di limone. Mescolate il tutto, quindi aggiungete le spezie, lo zucchero e la mela che avrete precedentemente sbucciato e tagliato a pezzetti molto piccoli.

Infine unite il burro di soia che avrete lasciato sciogliere, mescolate e aggiungete il liquore.

Versate l’impasto in un vaso di vetro e coprite con della pellicola. Lasciate marinare a temperatura ambiente per un paio di giorni, mescolando 2 o 3 volte al giorno.

A questo punto preparate la pasta, unite tutti gli ingredienti in una ciotola e lavorate velocemente con le mani, avendo cura di utilizzare acqua ben ghiacciata. Lavorate fino ad ottenere una pasta morbida e liscia che lascerete riposare un’ora in frigorifero avvolta nella pellicola.

Stendete la pasta ad uno spessore di 3 mm circa e con l’aiuto di un coppa pasta ricavate dei dischi (se preferite anche smerlati) di circa 10 cm di diametro o se preferite foderate un’unica tortiera. Disponete ogni disco in stampini per crostata o in uno stampo da muffin e farcite generosamente con il ripieno. Con il resto dell’impasto realizzate la copertura, potete fare delle strisce come per una crostata, o una o due stelle dando un tocco natalizio ai dolcetti. Una volta sigillati lasciate riposare ancora 30 minuti in frigorifero. Quindi infornate a 170° per circa 40 minuti.

Togliete dal forno e lasciate intiepidire.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close