Il pasto gentile

21/4/18 – Pepite di patate al Pesto di foglie di ravanello

La ricetta di oggi la voglio dedicare al piccolo lupo disabile ucciso nella campagna romana pochi giorni fa. Questa volta niente ironia, ma una riflessione allegorica. L’elemento base di questa ricetta è un ingrediente che solitamente viene scartato e gettato, ma per chi sa cogliere tutto ciò che di prezioso esiste in ogni singola cosa, di quello scarto ne farà una prelibatezza.

Utilizzando le foglie verdi dei ravanelli faremo un pesto per condire un piatto di delicati gnocchetti di patate.

——————-

Pepite di patate al Pesto di foglie di ravanello

Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:

1 kg di patate

100 gr di farina

Noce moscata

Sale

Per il pesto

Le foglie di 10 ravanelli

Qualche foglia di basilico

1 spicchio di aglio

1 cucchiaino di pinoli

1 cucchiaino di mandorle

1 scorza di arancia o limone

1 dl di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di lievito alimentare a scaglie

Sale e pepe

———————————-

Lavate e lessate le patate con la loro buccia. Una volta cotte, scolatele e pelatele ancora calde e schiacciate con l’apposito schiacciapatate o con due forchette.

Unite la farina, il sale e un pizzico di noce moscata, quindi impastate. Formate dei cilindri del diametro di mezzo centimetro che farete rotolare in un velo di farina. Tagliate ogni cilindro in piccoli gnocchi di mezzo centimetro e lasciateli riposare su di una spianatoia infarinata.

Nel frattempo lavate e asciugate le foglie dei ravanelli, quindi mettetele nel bicchiere di un mixer ed aggiungete tutti gli altri ingredienti. Tritate finemente aggiustando di sale e pepe. Lasciate qualche pinolo e poca scorza di arancio o limone tagliata a lamelle molto sottili, che userete come guarnizione.

Lessate gli gnocchetti in acqua salata bollente e quando saliranno a galla scolateli e conditeli col pesto fuori dal fuoco, in una zuppiera. Guarnite con i pinoli e le scorze di agrume e servite.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close