Il pasto gentile

8/7/17 – Torta di carrube e pistacchi

Ho un ricordo di quando ero piccino, di un’estate in Puglia in cui mi innamorai delle carrube. Tutti mi dicevano “e sono pei cavalli, icchè tu mangi!” ma io ribelle, continuavo a mangiarle. Così oggi voglio omaggiare il ribelle Tornasol con una torta proprio a base di carrube.

Torta di Carrube e Pistacchi

Dosi per una tortiera di 24 cm di diametro:

250 ml di acqua

25 ml di olio di semi di girasole

100 gr di zucchero di canna

200 gr di farina

50 gr di farina di carrube

Un pizzico di cannella

Un pizzico di sale

1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di bicarbonato

1 cucchiaino di aceto di mele

1 cucchiaio di marmellata di albicocche

1 cucchiaio di granella di pistacchi

——————————

In una ciotola unite l’acqua, l’olio, lo zucchero e il pizzico di sale.

A parte, in un altro recipiente, setacciate le due farine assieme al lievito e alla cannella.

In una sola volta, unite la parte “solida” a quella liquida, mescolando con una frusta.

Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e cremoso. Scaldate il forno e portatelo a 180°, quindi aggiungete il bicarbonato e l’aceto di mele e mescolate un’ultima volta.

Versate il tutto in uno stampo di 24 cm di diametro precedentemente spennellato di olio e spolverato con un velo di farina.

Fate cuocere in forno statico a 180° per circa 30 minuti, quindi fate raffreddare e riposare per un’ora.

Sciogliete la marmellata di albicocche in un pentolino e usatela per spennellare la superficie della torta, quindi decorate con la granella di pistacchi e servite.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close