Animal House

31/3/13 – Vietato tenere cani alla catena: luci ed ombre della nuova legge in Emilia-Romagna

Martedì scorso,  26 marzo 2013,  è stata finalmente votata in Emilia Romagna una legge che vieta di far vivere e morire i cani legati a una catena. In rete i pareri sono controversi, alcuni esultano altri sono delusi.
Davide Battistini, l’attivista per i diritti degli animali di Ravenna che per chiedere il divieto totale della catena ai cani ha praticato uno sciopero della fame di 45 giorni, ci racconta qualche retroscena del voto.

In particolare Battistini sottolinea come l’ufficio veterinario regionale dell’Emilia Romagna abbia proposto un testo pieno di scappatoie e che, a sorpresa, prevedeva anche l’abbattimento di colombi per danni “preventivi” senza aver prima adottato “metodi ecologici” prescritti dalla legge in vigore e senza il parere dell’Ispra.

davide-battistini-comune
Insomma in cambio di qualche divieto era stato previsto un contrappeso di “scorciatoie e semplificazioni” tutte a danno degli animali.  Per fortuna la protesta degli animalisti ha impedito che il testo votato e approvato fosse questo, e tuttavia non mancano le ombre anche nella versione definitiva, che prevede ancora troppe deroghe alla catena dei cani rispetto a quanto Battistini avrebbe chiesto e sperato.
Una nota positiva è il riconoscimento del diritto dei pazienti di farsi visitare dai loro amici animali quando ricoverati in cliniche e ospedali. Per approfondimenti rimandiamo al blog di Davide Battistini.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close