La bella la bestia l'umano

24/2/13 – Annamaria Rivera: caccia ai cinghiali e ai rivoltosi

L’antropologa Annamaria Rivera, fra i maggiori studiosi in Italia del fenomeno razzista, è autrice fra l’altro  del libro – che dà il titolo alla rubrica per Restiamo animali –  “La bella, la besta, l’umano. Sessismo e razzismo senza escludere lo specismo”, ci ha parlato della continuità fra caccia, repressione e guerra, sia sul piano fattuale (l’uso di fucili armati a pallettoni da parte delle forze dell’ordine), sia su quello ideologico.

riveraPunto di partenza della riflessione, questo articolo pubblicato da Annamaria sul sito di Micromega, con riferimento alla Tunisia, che Rivera ben conosce. Il libro più recente di Annamaria Rivera – “Il fuoco della rivolta. Torce umane dal Maghreb all’Europa” (Dedalo 2012) – è dedicato proprio alle rivolte nel Nord Africa e a una particolare, estrema forma di protesta e ribellione.

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close