Il pasto gentile

23/9/17 – Roveja alla cacciatora

Per la ricetta di oggi sono andato a scovare un antico legume selvatico umbro, purtroppo sconosciuto a molti, dico purtroppo perchè la Roveja (questo è il suo nome, scritto con la J e non con la i) ha un sapore unico e costituisce un buon apporto proteico. Oggi ve lo propongo nella sua veste più tradizionale, la

Roveja alla cacciatora

Ingredienti per 4 persone:

200 gr. di roveja essiccata

1 cipolla

1 carota

1 costa di sedano

200 gr. di pomodori pelati

Un mazzetto di maggiorana fresca

Un mazzetto di timo

1 peperoncino

Sale e pepe

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

4 fette di pane casareccio

—————————-

La roveja è un legume selvatico della famiglia dei piselli. Con un po’ di fortuna la si può reperire essiccata in qualche negozio ben fornito.

Lasciate la roveja in ammollo per tutta la notte. Scolate e sciacqua tela, quindi fate lessare per due ore in acqua salata a fuoco lento.

Nel frattempo tritate la cipolla, il sedano e la carota. Mettete il trito in un tegame assieme ad un mezzo bicchiere di acqua. Quando il liquido sarà completamente evaporato aggiungete due cucchiai di olio extravergine d’oliva e fate rosolare per cinque minuti.

Aggiungete la roveja cotta e ben scolata e dopo qualche minuto unite i pomodori pelati passati, la maggiorana ed il timo, il peperoncino e aggiustate di sale e pepe.

Lasciate cuocere a fuoco lento fino a quando il pomodoro si sarà ritirato e la roveja si sarà ben insaporita.

Servite calda con delle fette di pane casareccio abbrustolito.

by Gabriele Palloni

Discussion

No comments yet.

Rispondi

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

PD = Proteine Disumane

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close