Approfondimenti, Visti da vicino

4/03/12 – Visti da vicino: i maiali dell’Ippoasi

La Peppa e Gorgo sono le star dell’Ippoasi di Marina di Pisa. Sono anche una dimostrazione eloquente del detto attribuito a Winston Churchill: “Il cane ti guarda dal basso verso l’alto, il gatto dall’alto in basso, il maiale ti guarda da pari a pari“. Allegri e socievoli, e anche parecchio imponenti in virtù della mole, Peppa e Gorgo sembrano guidati dalla curiosità per gli umani che arrivano in visita all’Ippoasi: ci sono venuti incontro al cancello, si sono fatti abbracciare e carezzare, ci hanno osservato negli spostamenti e sono venuti a dare un’occhiata mentre eravamo prima in zona capre e poi in zona cavalli. Non si fanno sfuggire niente di quel che accade.

Gorgo da piccolo, al guinzaglio del bambino di Christian

Sono anche dei veri maestri nell’arte di godersi la vita: basta osservarli quando si sdraiano all’ombra, o si gettano nel fango per rinfrescarsi, o ancora quando si mettono a terra e si fanno carezzare… A proposito: sono animali pulitissimi (il fango con cui raffreddano la pelle non è sporcizia) e hanno un buonissimo odore. Camilla ha abbracciato e annusato Gorgo per fare un test: perciò nella foto fa ampi cenni per dire: “no, non puzzano“.

Gorgo è arrivato da piccolo all’Ippoasi e deve il suo nome al luogo di nascita: l’isola-carcere di Gorgona. Può dire di avere avuto una vita fortunata e sembra davvero a suo agio quando si trova al centro dell’attenzione: vedere il cortometraggio “Rifugiati” – realizzato da Progetto Vivere Vegan – per credere.

La Peppa è stata invece salvata da un allevamento e ha impiegato un po’ di tempo prima di adattarsi alla vita… naturale dell’Ippoasi. All’inizio – raccontano Egon e Christian, i fondatori dell’Ippoasi – non sapeva nemmeno grufolare, abituata com’era al pavimento di cemento della sua prigione. Ha imparato da Gorgo a scavare la terra col muso: ora è bravissima.

Per sostenere Peppa, Gorgo e gli altri animali dell’Ippoasi è possibile fare una donazione e anche adottare a distanza uno o più degli ospiti: sul sito dell’Ippoasi (www.ippoasi.org) tutte le indicazioni sulle procedure.

Discussion

One Response to “4/03/12 – Visti da vicino: i maiali dell’Ippoasi”

  1. Milla & Gorgo… amicizia a prima vista!!!

    Posted by Alessandra Giannini | 4 Marzo 2012, 20:47

Rispondi

Lessico dell’Antropocene / rubrica di Francesco Panié

Che razza di bastardo / rubrica di Massimo Raviola

Parlando di animalità / rubrica di Francesco De Giorgio

Speriamo che sia vegan / Letture per bambini

Il Cineanimale secondo Emilio Maggio

C’era una volta il bel paesaggio toscano

L’appello “Toscana rossa… di sangue”

#salvaiselvatici Flash mob a Firenze 17/1/2016

L’ebook “Il vero volto della caccia”

Perché la caccia è fuori dalla storia

L’enciclica Laudato si’ secondo Luigi Lombardi Vallauri

Così parlò la locusta / Rubrica di Entomosofia a cura di Roberto Marchesini

Democrazia del cibo

VIAGGIO IN INDIA / di Luigi Lombardi Vallauri

Archivi

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close